Resoconto Pastorale del 08/02/2021

In data 8 febbraio si è svolto il periodico Consiglio Pastorale Parrocchiale.

La riunione è stata preceduta da un doveroso omaggio di Don Tomasz alla memoria del Diacono Paolo Baiardi, membro del Consiglio, che pochi mesi fa ci ha lasciati facendo ritorno alla Casa del Padre.

Come di consueto al primo punto dell’ODG i referenti presenti hanno offerto un breve resoconto delle attività all’interno dei Gruppi Parrocchiali, comunicando al Consiglio le novità del periodo:

Il Gruppo Accoglienza, che fortunatamente si sta allargando a nuovi volontari, ha istituito il servizio di areazione della Chiesa e di sanificazione delle panche, che svolge in collaborazione col Gruppo Lettori. dopo ogni SS. Messa festiva;

Il Gruppo Catechismo, dopo l’interruzione del servizio da parte di alcune delle altre Parrocchie del Vicariato, conta nuove richieste di iscrizione. Don Tomasz, pur nel rispetto della vigente normativa in tema di sicurezza, ha manifestato il suo desiderio di apertura verso i nuovi iscritti, ricordando che

l’accoglienza deve essere elemento centrale nello svolgimento dell’attività pastorale della nostra Parrocchia;

Il Gruppo Caritas, che può contare su nuovi collaboratori, prosegue nella distribuzione dei pacchi ai bisognosi; il Comune sta contribuendo maggiormente, erogando una più alta quantità di generi alimentari. E’ emersa l’ottima risposta della Comunità alla raccolta di alimenti del mese di gennaio.

Il Gruppo, considerata la mole di lavoro da svolgere, è comunque alla ricerca di altri volontari che possano contribuire alla preparazione dei pacchi ed alla logistica;

Per il Gruppo dei Ministri Straordinari, don Tomasz ha evidenziato la necessità di accogliere nuovi laici per questa forma di apostolato, anche in vista del futuro ripristino del servizio della SS.

Comunione al domicilio dei malati e degli anziani nella vita pastorale;

La Segreteria sta redigendo l’archivio telematico della Parrocchia che sostituirà i vecchi registri cartacei. Ha istituito un servizio settimanale di pulizia dei corridoi e del bagno degli uffici e della canonica. E’ stato creato uno specifico servizio di Ufficio Acquisti per i beni strumentali alle attività dei Gruppi e Liturgiche;

Il Gruppo Giovani ha evidenziato il successo dell’attività di preparazione dei pacchi in collaborazione col Gruppo Caritas: i giovani vengono così chiamati a compiere un’importante opera di carità utile per la loro crescita personale. Sono allo studio nuove attività e tematiche da affrontare negli incontri del Dopo Cresima, per mantenere alta l’attenzione dei ragazzi e viva la loro partecipazione;

La Pastorale Familiare, pressoché ferma a livello vicariale, si sta organizzando per strutturarsi a livello Parrocchiale, al fine di coinvolgere nella Catechesi le famiglie della Comunità e creare spazi di riflessione e socializzazione per i nostri nuclei familiari.

Trattando il secondo punto di cui all’ODG Don Tomasz ha espresso il desiderio – situazione sanitaria permettendo – di organizzare una Festa Parrocchiale coincidente con la fine dell’attività annuale di Catechismo. La Festa dovrà essere un modo per presentare alla Comunità ed al quartiere le varie attività della Parrocchia: in questo modo si favorirà la conoscenza tra le famiglie dei ragazzi del Catechismo e l’intera comunità. Allo stesso tempo sarà l’occasione per presentare al quartiere le varie attività ed i servizi che vengono svolti nella Parrocchia con la speranza di poter coinvolgere nella partecipazione sempre più nuove persone rafforzando il legame all’interno della Comunità di San Luca.

Trattando il terzo punto di cui all’ODG, i Centri Estivi, tutto il Consiglio Pastorale si è unito al desiderio di Don Tomasz di affrontare la bellissima esperienza dello scorso anno. Il Comune si è detto intenzionato a ripetere la collaborazione, mentre ancora non è chiaro se l’animazione e l’offerta formativa saranno effettuate assieme ad AC o in autonomia dagli animatori parrocchiali.

Certo è che i Centri Estivi del 2020, che hanno visto coinvolti quasi tutti i Gruppi Parrocchiali, hanno alimentato un forte spirito di collaborazione tra tutte le componenti della Parrocchia e perciò pare doveroso non disperdere la ricchezza spirituale che l’iniziativa ha lasciato in eredità a tutta la nostra comunità. Sulle tematiche da affrontare Don Tomasz ha spiegato che i Centri dovranno costituire un percorso di formazione per i bambini, in modo tale che le attività ludiche siano affiancate da attività di riflessione e apprendimento ed il Centro non sia vissuto come un parcheggio per i figli, ma come una loro occasione di crescita.

Al quarto punto, il Consiglio Economico Parrocchiale ha illustrato il bilancio di chiusura dell’anno 2020. Nonostante le difficoltà causate dalla pandemia, che per un periodo piuttosto lungo ha impedito lo svolgimento delle Funzioni Religiose “in presenza” ed ha condizionato negativamente tutte le attività parrocchiali, il bilancio tra costi e ricavi si è chiuso con un saldo attivo di 2.737,17 euro post imposte. Questo innanzitutto grazie alla generosità dei Parrocchiani, che con le loro offerte hanno sostenuto S. Luca a Vingone nonostante le numerose difficoltà del periodo. Il

bilancio positivo acquisisce ancor maggior valore, in considerazione dei costi di straordinaria manutenzione sostenuti per lavori ai locali parrocchiali e per le spese di gestione anticipate per la Chiesa di S. Andrea a Mosciano.

Per l’anno 2021 sono in programma ulteriori interventi sul complesso di Mosciano, oltre il ripristino del terreno sul quale sorgeva la vecchia Chiesa di Vingone che dovrà essere restituito ai proprietari, la realizzazione del locale cucina e l’areazione dei locali seminterrati ad oggi oggetto di infiltrazioni ed umidità.

Il bilancio sarà affisso nella bacheca parrocchiale perché tutta la Comunità possa essere infomata sull’attività economica svolta nell’anno 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *