Resoconto Consiglio Pastorale del 19-04-2021

Il 19 aprile si è svolta la riunione del Consiglio Pastorale Parrocchiale, arricchita della presenza del suo Presidente Onorario Dott. Pier Alberto Pinucci al quale vanno i ringraziamenti del Consiglio Pastorale non solo per la graditissima presenza, ma soprattutto per le bellissime parole pronunciate sul Consiglio e sulla Parrocchia.

Il Dott. Pinucci, prezioso custode della memoria storica della Parrocchia, ha brevemente ripercorso la storia di San Luca a Vingone. Nel Suo discorso ha ricordato il grande lavoro svolto da Don Alessandro Rugi (a  cui vanno i saluti e l’affetto di tutti i parrocchiani) che dopo aver edificato l’attuale complesso parrocchiale, ha trasformato San Luca in una grande Comunità. Il Presidente Onorario ha soffermato la propria attenzione sul presente, notando come l’entusiasmo ed i progetti di Don Tomasz abbiano contagiato il popolo di San Luca. Quello che ha colpito e commosso il Dott. Pinucci è il clima attuale della parrocchia, contraddistinto dalla partecipazione entusiasta e convinta di tanti parrocchiani, circostanza che sta contraddistinguendo la Comunità di San Luca a Vingone in tutto il Vicariato di Scandicci. La testimonianza della gioia nell’incontro con Dio è uno degli argomenti che stanno più a cuore al Parroco.

E’ doveroso, a nome di Don Tomasz e di tutto il Consiglio Pastorale, ringraziare Don Alessandro, il Dott Pinucci e tutti i Consiglieri che li hanno preceduti per il lavoro svolto e per aver gettato le basi morali e spirituali su cui si fonda l’attuale Comunità. E’ grazie a loro se la Parrocchia vive questo bellissimo periodo di Grazia e ha compreso nel migliore dei modi il Dono che ha ricevuto con l’arrivo di Don Tomasz.

Il Consiglio ha affrontato il tema della nuova cucina: Don Tomasz e la Giunta hanno relazionato sui lavori di adeguamento della stanza e sui costi, evidenziando la necessità di dotare la Canonica di una cucina in regola con tutte le normative ed in grado di soddisfare le esigenze future della parrocchia. La nuova cucina dovrà consentire di svolgere i tradizionali incontri conviviali, ma anche di ospitare momenti di carità (persone bisognose o sole per cui verranno organizzati pranzi e momenti di incontro) e consentire la somministrazione di pasti durante le attività  parrocchiali (centri estivi, ritiri ecc.). Giunta e Consiglio hanno espresso il loro desiderio di far sì che le norme non sottraggano la cucina alla disponibilità dei parrocchiani che, nel rispetto delle regole che saranno stabilite e delle normative a cui ci siamo dovuti allineare, potranno e dovranno continuare ad usufruire di una delle stanze principali del complesso parrocchiale. E’ stato accolto con gioia l’aiuto che arriverà dall’Associazione Agata Smeralda.

Il Direttore del Consiglio Giacomo Pacini ha poi introdotto l’Ordine del Giorno. Come al solito il primo punto era destinato alle attività dei gruppi.

La discussione si è soffermata sul Gruppo Caritas, che in questo momento di pandemia sta svolgendo un lavoro importantissimo. Il Gruppo, per la mole di lavoro che deve sostenere, si sta strutturando in modo tale da gestire al meglio il magazzino e la somministrazione dei pacchi alimentari, anche in relazione alla riorganizzazione della cucina e degli spazi interni alla canonica.

Gli altri Gruppi hanno evidenziato il buon andamento di tutte le attività – nonostante il periodo reso complicato dal Covid – e la partecipazione attiva di tutti i volontari.

Alcuni gruppi sono stati costretti ad interrompere le attività che a breve ci si augura possano essere riprese.

Il Gruppo Catechisti, che ha gestito al meglio il periodo pandemico garantendo ai bambini la SS. Messa delle 10 e varie attività proposte a casa, è pronto per affrontare il Sacramento della Prima Comunione che sarà Celebrato a Maggio.

Una menzione particolare è stata dedicata al Gruppo Giovanissimi, le cui responsabili Marta Ghelardini e Jeanne Totomou stanno svolgendo un eccellente lavoro sia in presenza (ad esempio aiutando il Gruppo Caritas) sia a distanza con attività che incontrano il gradimento dei ragazzi.

Il Gruppo Pulizie ed il Gruppo dei Ministri di Culto hanno manifestato la necessità di essere supportati da nuovi volontari (in particolare servirebbe un nuovo Ministro).

Al secondo punto dell’ODG è stato comunicato che a breve sarà attivato il Gruppo Comunicazione, che funzionerà da ufficio stampa e da diffusore delle comunicazioni tra i gruppi e verso la Comunità. Ne faranno parte persone che cureranno il resoconto delle attività Parrocchiali sia in formato cartaceo che digitale attraverso il sito, il canale youtube e la pagina facebook.

Al terzo punto è stata affrontata la questione dei Centri Estivi. Anche quest’anno la parrocchia aderirà all’invito del Comune e metterà in moto la propria macchina organizzativa. Visto il successo dei Centri dello scorso anno, Don Tomasz ha espresso il desiderio (condiviso da tutti) di creare un centro che sia a servizio delle famiglie della Parrocchia, con particolare attenzione ai bambini del Catechismo. La Parrocchia probabilmente gestirà per intero l’attività formativa e grazie alla nuova cucina sarà in grado di svolgere al meglio il servizio di somministrazione dei pasti. Il tutto dovrà svolgersi nel rispetto della normativa anti-covid ed il servizio, ribadiamo, dovrà essere principalmente destinato alle famiglie della nostra Comunità. E’ desiderio di tutti permettere che durante i Centri Estivi la Caritas Parrocchiale sia in grado di erogare i propri servizi. Saranno messe in atto modalità atte a garantire la sicurezza di entrambi i servizi.

Col quarto punto dell’ODG, e nell’auspicio che la situazione torni alla normalità quanto prima, Don Tomasz e il Consiglio hanno promosso la nascita di un Comitato per la Festa di San Luca che curi l’organizzazione della tradizionale ricorrenza patronale.  La Festa di quest’anno coincide con il festeggiamento degli 80 anni di Don Alessandro Rugi e con l’anniversario dei 25 anni della nuova Chiesa. L’augurio è che le misure restrittive consentano lo svolgimento di attività spirituali, culturali e ludiche in presenza. Allo studio ci sono già molti progetti che presto saranno portati a conoscenza della Comunità.

Come al solito la riunione si è conclusa con un breve resoconto economico, che ha evidenziato la generosità dei Parrocchiani e la buona amministrazione dei fondi. Riguardo a Mosciano, l’alienazione (che la Curia dovrebbe a breve approvare) dell’ex circolo consentirà lo svolgimento di importanti lavori di manutenzione della Canonica, per la quale c’è un progetto di destinazione in collaborazione con la Curia e col Centro di Studi Ecumenici del Centro Italia. Un bando di Cassa di Risparmio – Intesa S. Paolo consentirà l’accesso a fondi destinati al restauro di un affresco della “Madonna con Bambino” della Scuola di Giotto, facente parte dell’importante patrimonio culturale conservato nella Chiesa di Sant’Andrea a Mosciano.

Da ultimo è stato rendicontato l’acquisto del furgone, che servirà principalmente al trasporto delle persone per le gite e per le attività fuori sede ed, in caso di indisponibilità dei mezzi tradizionalmente usati, alle attività della Caritas.

2 pensieri riguardo “Resoconto Consiglio Pastorale del 19-04-2021

  • 28/04/2021 in 10:24
    Permalink

    Buon giorno, sono orgogliosa di far parte di questa parrocchia. Quando sarà passato questo “ciclone” covid, vorrei dare la mia disponibilità alle attività parrocchiali.
    Un caro saluto
    Teresa

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *