Relazione del Consiglio Pastorale ( 22 Novembre 2021)

CONSIGLIO PASTORALE DEL 22 NOVEMBRE

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale si è aperto, come da tradizione, con il resoconto delle attività e le osservazioni dei Gruppi Parrocchiali.

Il sempre maggiore senso di comunità e di aggregazione tra i volontari, ha fatto sì che nei Gruppi sia stato riscontrato l’ottimo andamento delle attività e una sempre maggiore armonia al loro interno.

C’è semmai la necessità di integrare alcuni gruppi con dei nuovi volontari: questa richiesta è arrivata in primo luogo dal servizio pulizie.

Anche Caritas e Ministri di Culto hanno evidenziato la stessa necessità, ma ci soffermeremo in seguito sul punto.

Buon riscontro ha avuto l’iniziativa di dedicare l’Adorazione del Martedì, alternativamente, ad ognuno dei gruppi: ciò ha consentito per tutti un importante momento di riflessione davanti a Gesù, condizione fondamentale per il corretto svolgimento di ogni attività in ambito parrocchiale.

Le notizie migliori – e ciò ha riempito d’orgoglio l’intero CPP – sono giunte dal Gruppo Catechisti e dai Gruppi Giovani e Giovanissimi.

Innanzitutto i Catechisti hanno formato un gruppo unito e coeso, sempre pronto a collaborare ed a condividere programmi ed iniziative.

Grazie a questa atmosfera ed alla bellissima SS. Messa delle ore 10,00 i bambini manifestano un entusiasmo fortissimo che culmina con una partecipazione intensa e gioiosa alle attività in aula.

Sta prendendo forma il progetto di costituire un gruppo di Chierichetti, che affianchino i Sacerdoti ed i Ministri all’altare: il gruppo dovrà essere formato da femmine e maschi.

Giovani e Giovanissimi hanno a loro volta costituito un bellissimo gruppo: c’è finalmente la partecipazione attiva di molti ragazzi che hanno ripopolato i locali parrocchiali; questo consente di organizzare molte attività. I due gruppi spesso intervengono anche in appoggio agli adulti nello svolgimento di attività di volontariato.

La partecipazione alla G.M.G. di domenica è stata molto intensa e stanno nascendo molti progetti, sia per attività in parrocchia che all’esterno: ritiri, vacanze e soprattutto l’adesione alla GMG di Lisbona.

Determinante è il costante impegno di Don Tomasz che dedica tempo,  energie ed attenzioni ai ragazzi della nostra comunità.

La CARITAS parrocchiale continua a svolgere il proprio lavoro, sempre più impegnativo.

A Casa Chirici sono ospitate 6 persone, a cui la nostra Caritas destina aiuti alimentari. Sarebbe semmai opportuno favorire un loro coinvolgimento più attivo nella vita comunitaria con un’inclusione maggiore all’interno delle attività quotidiane (ad esempio collaborando al Centro Anziani e altro).

Aumentano le persone che beneficiano degli aiuti del banco alimentare.

Occorrono più volontari per lo stoccaggio e la distribuzione degli aiuti e sarebbe utile avere la disponibilità di un mezzo da lavoro, per rendere più agevole il trasporto in parrocchia degli aiuti del Centro Alimentare. Da qualche giorno vengono peraltro erogati anche prodotti surgelati.

E’ stata avviata la distribuzione dei buoni spesa destinate a famiglie della Parrochia.  

Il Martedì e il Giovedì chiunque voglia animare il Centro Anziani è ben accetto ( sono effettuate attività ludiche e viene data una merenda). Tra l’altro la frequentazione è molto alta anche a causa della chiusura del servizio fatto da La Merdiana per Santa Maria a Greve.

Sarebbe utile che la cucina riuscisse a distribuire alcuni pasti a chi non si può muovere di casa, sfruttando l’occasione per fare anche un po’ di compagnia a persone altrimenti sole.

Ulteriore novità della Caritas è l’apertura del Centro di Ascolto tutti i mercoledì dalle 15 alle 17; la funzione è quella di incontrare, accogliere, ascoltare e prendere in carico una persona che vive una situazione di fragilità sociale, economica e culturale.

Don Tomasz è intervenuto spiegando che in ogni attività che svolgiamo è nostro compito portare la Luce del Signore. Da uomini di Dio la carità è solo una parte, sebbene importante,  di quello che dobbiamo fare ma non esaurisce i nostri doveri verso il Signore e verso gli altri.

In tema di Covid 19, ancora per svolgere il servizio in Parrocchia è necessario essere in possesso del Green Pass.

Alcuni volontari non possono pertanto rispondere alla chiamata e svolgere le loro mansioni.

Don Tomasz, pur affermando il suo favore verso i vaccini, condiviso da tutti i presenti, ha raccomandato di non creare discriminazioni verso chi non si è vaccinato. Siamo una comunità cristiana e come tale, sebbene la quasi totalità dei membri individui nel vaccino un gesto “cristiano” di responsabilità ed altruismo, non deve essere operata alcuna esclusione o discriminazione verso chi ha fatto scelte diverse. Il Parroco non vuole assolutamente che all’interno della nostra Parrocchia si crei il clima di tensione che si percepisce nella vita civile di tutti giorni, ed anzi è sua intenzione favorire ed incoraggiare nel modo più assoluto il rispetto della libertà, il dialogo e l’accoglienza.

Alcune defezioni hanno ridotto il Gruppo dei Ministri e servirebbe che nuove persone sentissero la chiamata per lo svolgimento di questo importantissimo servizio.

La CUCINA, per la quale sono state rendicontate le spese sostenute ed è stato evidenziato il contributo eccezionale di Agata Smeralda, è stata quasi interamente completata. Tutti i fornitori sono stati regolarmente pagati. Nei prossimi mesi sarà allestita la canna fumaria per completare l’allestimento a norma. Abbiamo ricevuto in dotazione alcuni elettrodomestici ed alcuni strumenti, tra cui una gelatiera, molto utili.

Gli ESERCIZI SPIRITUALI del periodo di Avvento saranno guidati, nei giorni 15, 16 e 17 Dicembre, direttamente da Don Tomasz. Si terranno in presenza nei locali parrocchiali dopo l’Adorazione Eucaristica e saranno presumibilmente trasmessi via web.

Viceversa, gli Esercizi Spirituali Pasquali saranno fatti in collaborazione coi Frati della Comunità Monastica di Gerusalemme (abbiamo ospitato qualche settimane fa le Suore della comunità femminile) e culmineranno con una SS. Messa solenne celebrata dall’Arcivescovo di Firenze, Card. Giuseppe Betori, per la celebrazione dei 25 anni della Consacrazione della nostra Chiesa e gli 80 anni di Don Alessandro Rugi, inscindibilmente legato alla nostra, ALLA SUA, Comunità.

Un Gruppo di volontari curerà la redazione di un volume cartaceo e di un contenuto video per la celebrazione dei 25 anni e lo storico fotografo scandiccese Pulman, metterà a nostra disposizione il vasto repertorio fotografico sulla Parrocchia di San Luca a Vingone.

*Sì sottolinea che articolo é una raccolta di pensieri che incitano ad una riflessione seria

Spero che la riflessione nella omelia di martedi puo essere un chiave valida nella lettura del testo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.